LA BELLEZZA DELL’HAUTE COUTURE

Ogni volta che osserviamo l’immagine del ritratto dell’Imperatrice d’Austria, rimaniamo affascinati per la sua bellezza, per la sua austerità, ma soprattutto per la sua estrema eleganza.
L’artefice di questo meraviglioso abito fu Charles Frederick Worth (1825-95), ovvero colui che fondò l’alta moda francese, pur essendo di origine inglese, il primo a firmare i capi ricamando il suo nome sull’etichetta che cuciva all’interno delle proprie creazioni, nell’atelier di Parigi.

Ogni abito che confezionava sembrava veramente un’opera d’arte unica ed irripetibile, sia per la foggia e la cura sartoriale, sia per l’uso di materiali preziosi e sofisticati, dai taffettas, ai modelli in tulle di seta ricamati in oro, che davano all’abito un senso di leggerezza ed impalpabilità, considerando gli svariati metri di tessuto che venivano impiegati per concretizzare questi meravigiosi capi.
Ad oggi la nostra fortuna stà nel poter rivedere queste opere attraverso ritratti storici, fotografie o archivi per poter rivivere l’emozione di questo fantastico mondo fatto di bellezza senza tempo e cura del dettaglio, immaginando così quanta sapienza, dedizione, artigianalità ed amore ci fossero dietro a queste incantevoli abiti d’haute couture.

Gaia Vicentini (docente di stilismo)

Lascia un commento